Tabella 5 : Struttura del modulo di risposta per la presentazione dell’offerta economica

Sampa questa pagina

1. Descrizione della prestazione proposta
A. Analisi degli obiettivi dell’ente in materia di ristorazione Presentazione da parte degli offerenti di una sintesi della loro offerta al fine di valutarne l’adeguamento alle richieste formulate dall’ente.
B. Accordo sul rapporto contrattuale proposto Se durante la gara viene fornita una bozza di contratto o di appalto, gli offerenti devono indicare il loro assenso nel modulo di risposta. Le eventuali osservazioni espresse dai candidati potrebbero essere utili per valutare se l’appalto o il contratto corrispondono alla prestazione richiesta nel capitolato d’oneri.
C. Rispetto dei limiti della prestazione stabiliti dall’ente Per agevolare il confronto tra le offerte, il modulo di risposta deve consentire all’ente di verificare il rispetto da parte degli offerenti dei limiti della prestazione e di valutare la descrizione sulla divisione dei ruoli tra le due parti, ad esempio, nella manutenzione degli impianti.
D. I volumi di attività Il grado di precisione del volume di attività varia a seconda del tipo di utenza e di prestazione da erogare quotidianamente.
E. Analisi dei vincoli organizzativi Il modulo di risposta permette agli offerenti di formulare proposte organizzative che possono contribuire al miglioramento del servizio e/o all’ottimizzazione delle risorse economiche investite dall’ente nel servizio di ristorazione. L‘ente potrà quindi valutare la professionalità degli offerenti e differenziare le offerte di servizi.
F. Analisi dell’aspetto tecnico I candidati potranno inserire le loro osservazioni nel modulo di risposta sull’adeguamento della prestazione richiesta alle risorse tecniche messe a loro disposizione (ad esempio, gli eventuali lavori e/o l’acquisto delle attrezzature che essi ritengono necessarie).
Se il capitolato d’oneri richiede un progetto di ristrutturazione dei locali, il modulo di risposta deve consentire di :
- valutare la qualità e la pertinenza degli allestimenti e delle attrezzature proposte dagli offerenti ;
- verificarne la conformità alle vigenti normative in materia di igiene e sicurezza alimentare, di salute e sicurezza dei lavoratori, di sicurezza dei commensali, di sicurezza antincendio …;
- valutare l’adeguatezza di superfici, allestimenti, lavori e attrezzature proposte dagli offerenti rispetto al tipo di fornitura richiesta nel capitolato d’oneri (a titolo di esempio , un offerente non può sostenere di fornire prodotti freschi se non possiede le attrezzature necessarie a tal scopo).
2. Le aspettative dell’ente
A. La prestazione alimentare Gli offerenti presentano una descrizione accurata della prestazione alimentare che intendono erogare. In questo modo, l’ente può verificare l’adeguatezza delle proposte rispetto alla prestazione richiesta nonché la coerenza interna delle proposte, ad esempio il tipo di somministrazione di prodotti alimentare e l’organizzazione proposta dagli offerenti. In effetti, un ristorante che lavora soprattutto con prodotti freschi ha bisogno di uno staff più corposo rispetto al ristorante che preferisce fornire piatti pronti.
B. L’organizzazione delle risorse umane Nel modulo di risposta, gli offerenti dichiarano di accettare le voci del capitolato d’oneri relativi all’acquisizione/trasferimento del personale. Ove necessario, essi potranno esprimere le osservazioni e/o riserve ritenute opportune.
Gli offerenti sono tenuti ad indicare in dettaglio la modalità di gestione quotidiana del servizio di ristorazione: struttura gestionale della Direzione operativa responsabile dell’appalto, profilo del gestore del ristorante.
Infine, gli offerenti devono indicare in dettaglio l’organizzazione delle risorse umane sulla quale si basa il calcolo della massa salariale.
D. La gestione della qualità Descrizione degli adempimenti previsti in materia di gestione della qualità. A tal proposito, gli offerenti dovrebbero illustrare la politica che essi attuano in materia di qualità…..un ulteriore elemento che consente di differenziare le proposte.
3. Le altre informazioni relative alla prestazione
A. Le proposte in materia di responsabilità sociale Gli offerenti sono tenuti a descrivere la politica attuata in materia di responsabilità sociale delle imprese nonché le eventuali azioni intraprese per soddisfare le esigenze espresse nel capitolato d’oneri.
B. Le proposte in materia di sicurezza Il modulo di risposta deve consentire di valutare la capacità degli offerenti di soddisfare le esigenze dell’ente in materia di sicurezza
C. Le proposte per la verifica degli impegni contrattuali Gli offerenti potranno indicare nel modulo di risposta i sistemi informativi previsti per il follow-up degli impegni contrattuali. Si tratta di sistemi:
- utilizzati per tutti i loro clienti ;
- implementati per altri clienti (precisando di quali enti si tratta );
- e/o previsti espressamente per l’appalto per il quale è stata indetta alla gara

Contenuto della guida

Con il sostegno finanziario dell'EU
Grant Agreement
VS/2004/0655 SI2.39852